HSD Micro Fue 0.7 mm: Il nuovo trapianto capelli senza cicatrici

Aumenta la cura e l’attenzione da parte di uomini e donne per la salute dei capelli. Un’attenzione che si trasforma sempre più spesso nel ricorrere alla chirurgia estetica al fine di risolvere problemi di perdita dei capelli e recuperare la folta chioma di un tempo.
Il problema della perdita dei capelli, a livello europeo, preoccupa 30 milioni di soggetti ed è continua crescita: evidenzia che 3 europei su 4 soffrono di caduta dei capelli e valutando questo problema un reale disagio estetico e interiore, la quantità dei trapianti cresce.

Italiani al primo posto in Europa per quantità di trapianti di capelli e non solo

Per l’appunto, sono gli italiani a tormentarsi maggiormente e a ritenere la caduta dei capelli uno dei problemi estetici che intacca la vita sociale e affettiva di chi ne è tormentato. La soluzione? Come già detto prima la strada è quella del trapianto dei capelli. Leggi ancora “HSD Micro Fue 0.7 mm: Il nuovo trapianto capelli senza cicatrici” »

Cataratta

La cataratta è la causa principale della perdita della vista negli adulti dai 55 anni e la principale causa di cecità a livello mondiale. Dai 65 anni, circa la metà della popolazione umana ha una cataratta e da 75 anni, quasi tutti hanno una cataratta. Grazie ai progressi nella chirurgia della cataratta e nelle lenti intraoculari (IOL), la cataratta è oggi una malattia curabile: sempre più persone sperimentano il pieno ripristino della loro visione.

Se a te o a qualcuno che conosci è appena stata diagnosticata una cataratta, o se semplicemente vuoi saperne di più sulla cataratta e sulla chirurgia della cataratta, questo sito può fare per te.

Cosa è la cataratta?

La cataratta è una opacizzazione della lente naturale (cristallino) all’interno dell’occhio. La cataratta è la causa principale di cecità curabile in tutte le zone del mondo, soprattutto negli adulti dai 55 anni di età. Leggi ancora “Cataratta” »

Mastopessi del seno

Il seno femminile, non avendo rilevanti struttura di sostegno, è tra le parti del corpo più soggette a rilasciamento. Un seno rilassato appare come svuotato, cadente e con cute in eccesso. La soluzione a tale dismorfia é l’intervento di mastopessi, il cui obiettivo sta nel riportare le giuste proporzioni sia al “contenitore” (cute, troppo grande) sia al “contenuto” (ghiandola, troppo piccola).

Prima di procedere al rassodamento chirurgico (mastopessi), viene accuratamente rilevato  – attraverso alcune misurazioni del seno – il grado di ptosi e la quantità di cute da rimuovere (per il rimodellamento viene utilizzata la cute che si trova sopra e attorno al capezzolo, portandola in basso).  La tecnica è semplice: il complesso areola-capezzolo-ghiandola viene spostato verso l’alto e la cute distesa e suturata con punti interni riassorbibili nel tempo. Lo sviluppo della tecnica chirurgica prevede incisioni leggermente spostate rispetto alla procedura tradizionale, in modo da facilitare in un secondo tempo la correzione degli esiti cicatriziali. Leggi ancora “Mastopessi del seno” »

Dacriocistite acuta cronica

Normalmente le lacrime prodotte dalla ghiandola lacrimale vengono convogliate verso i 2 puntini lacrimali presenti sulla palpebra superiore ed inferiore ed attraverso i canalini lacrimali raggiungono il sacco . Da qui le lacrime proseguono il loro percorso attraverso il dotto naso-lacrimale che si apre al di sotto del turbinato inferiore nel naso e da qui defluiscono poi nel faringe e vengono quindi inghiottite. Il puntino lacrimale inferiore drena circa il 70% delle lacrime. Il meccanismo per il quale le lacrime compiono il loro viaggio fino al naso non è un semplice passaggio passivo attraverso dei tubicini, bensì un meccanismo attivo innescato dalle contrazioni muscolari palpebrali ad ogni ammiccamento ( pompa lacrimale di Jones).

Cos’è la dacriocistite acuta cronica

La dacriocistite è l’infiammazione del sacco lacrimale. Tale infiammazione è causata dall’ostacolato deflusso delle lacrime attraverso le vie lacrimali di deflusso.
Normalmente l’ostacolo al deflusso delle vie lacrimali avviene a livello del dotto naso-lacrimale: le lacrime non potendo proseguire nel loro percorso verso il naso ristagnano nel sacco. Nelle prime fasi la sintomatologia sarà rappresentata da una continua e fastidiosa lacrimazione (epifora) e successivamente potrebbe verificarsi l’infezione delle lacrime ristagnanti nel sacco a causa di germi provenienti dall’esterno. In quest’ultimo caso parleremo di dacriocistite acuta.

Leggi ancora “Dacriocistite acuta cronica” »

Edema maculare diabetico

L’edema maculare diabetico è una delle complicanze più subdole e temibili della retinopatia diabetica. La retinopatia diabetica viene classicamente differenziata in forma non proliferativa e forma proliferativa.
La forma proliferativa è caratterizzata dalla presenza di neovasi che possono condurre a complicanze in grado di indurre la cecità quali il distacco retinico trazionale ed il glaucoma neovascolare.
In effetti la forma proliferativa rappresenta solo il 10-15% di tutte le retinopatie diabetiche. Per il restante 85% si ha a che fare con la forma non proliferativa. Tale entità clinica è a volte sottovalutata perchè non porta a cecità in modo brusco e drammatico come la prima. In realtà la maggior parte delle “cecità legali” è rappresentata dalle complicanze della retinopatia diabetica non proliferativa ed in particolare dall’edema maculare cronico. Leggi ancora “Edema maculare diabetico” »

Maculopatia degenerativa senile

La maculopatia degenerativa senile (DMS) è una malattia che colpisce in maniera selettiva la parte centrale della retina cioè la macula, ed interessa oltre il 10-15% delle persone oltre i 65 anni rappresentando la prima causa di deficit visivo nel mondo occidentale. Le cause non sono del tutto note, mentre vi sono strette correlazioni con alcune situazioni ambientali, abitudini voluttuarie come il fumo, la predisposizione genetica, la carenza di alcuni ologoelementi, il danno foto-ossidativo legato alla luce naturale ed artificiale. Si distinguono 2 forme cliniche di DMS: la forma secca e la forma umida. Leggi ancora “Maculopatia degenerativa senile” »

Il PRP ringiovanisce il viso

Si parla sempre di più dell’innovativo trattamento contro l’invecchiamento cutaneo che non impiega sostanze provenienti dall’ esterno. Si tratta di componenti del proprio sangue che adeguatamente trattate, vengono infiltrate sul viso per stimolare il ringiovanimento.

L’ efficacia di questo trattamento chiamato PRP (plasma ricco di piastrine) è stata dimostrata anche attraverso studi  istologici che in effetti hanno mostrato l’efficacia dello stimolo piastrinico.

Il PRP viso è quindi un trattamento capace di attivare le cellule della cute che sono responsabili della produzione di collagene e in grado di rigenerare i tessuti cutanei del volto ma anche di altre zone come il collo o il dorso delle mani. Leggi ancora “Il PRP ringiovanisce il viso” »

Se le orecchie prendono una brutta piega

Con le orecchie a ventola si nasce e si può vivere tranquillamente. Ma se l’inestetismo mette a disagio o fa nascere complessi, allora é il caso di valutare il ricorso all’intervento chirurgico. Tecnica soft, anestesia locale, regime day hospital: oggi l’auricoplastica, grazie anche all’impiego del laser, si fa meno traumatica tanto da essere applicata senza riserve anche a bambini in età prescolare.

Intanto per precisare non si dicono “orecchie a sventola “ bensì “a ventola”.  Come appaiono questo tipo di orecchie l’abbiamo presente più o meno tutti così come più o meno tutti possiamo immaginare l’origine dell’intestetismo: una malformazione della cartilagine che, non piegandosi formando una sorta di conca, rimane dritta e piatta. Le orecchie a ventola sono un “difetto” congenito (presente cioé sin dalla nascita), a volte ereditario e confinato prettamente al campo estetico (la malformazione non interferisce in alcuna maniera con la funzionalità dell’organo uditivo). Chi vive con disagio il fatto di avere un padiglione auricolare fuori misura (sia nella forma che nelle dimensioni) può ricorrere all’auricoplastica. L’intervento si avvale di strumentazioni e procedure d’avanguardia (tra cui figura il laser CO2 pulsato) e viene realizzato in regime day hospital. Leggi ancora “Se le orecchie prendono una brutta piega” »

Trattamenti acido ialuronico e collagene per combattere l’invecchiamento

Tramontato l’impiego del silicone come materiale atto a riempire gli avvallamenti della cute per gli inconvenienti collegati alla possibilità di spostamenti in loco di una sostanza del tutto inerte e incapace di integrarsi con i componenti della cute, si è passati al collagene e all’ acido ialuronico.
Il collagene impiegato è di origine bovina, altamente purificato, oppure di origine endogena, cioè derivato dalla stessa persona che si sottopone all’impianto. In commercio si trovano, a seconda dell’inestetismo da trattare, collagene per le piccole rughe del contorno occhi e delle labbra e collagene per i solchi più profondi. Leggi ancora “Trattamenti acido ialuronico e collagene per combattere l’invecchiamento” »

Come avere un sedere grande alla Jennifer Lopez o alla Kardashian

Booty Implant e Brazilian Butt-Lift: ecco come avere un sedere alla Jennifer Lopez, alla Kardashian o a Nicki Minaj.

Gli anni ‘90/2000 sono stati caratterizzati da sederi piccoli e magri, mentre a partire dal 2012 è stato il boom di forme generose, ma allo stesso tempo sode: prima fra tutte Jennifer Lopez e il suo sedere addirittura reputato anni fa, il più bello del mondo, tanto che la cantante ha deciso di assicurarlo… Leggi ancora “Come avere un sedere grande alla Jennifer Lopez o alla Kardashian” »